Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Micro ischemie cerebrali: cosa fare"

Ho fatto una risonanza magnetica con mezzo di contrasto per togliere un callo osseo in fronte, lato destro. La Rm ha evidenziato delle micro ischemie. Ho fatto gli esami del sangue, doppler ai tronchi sovraortici ed è tutto ok, mi manca da fare solo il doppler transcranico con contrasto gassoso. Ho 30 anni, non fumo e non bevo, ma sinceramente ho fatto uso di testosterone e nandrolone per la palestra (solo due cicli di 20 ml ciascuno). Volevo chiederle se queste micro ischemie si possono eliminare con cure adeguate.

Le ischemie una volta che si sono determinate non si possono assolutamente più eliminare: sono infatti dovute all'occlusione di un'arteria (più o meno grande) e al successivo infarto del territorio da questa irrorato con morte dei neuroni e loro sostituzione con tessuto cicatriziale. È invece possibile diminuire il rischio che queste si possano ripetere, utilizzando farmaci specifici (per esempio antiaggreganti) , riducendo e curando eventuali fattori di rischio (ipertensione arteriosa, diabete mellito, dislipidemia). I farmaci che lei ha assunto sono indiziati di aumentare il rischio di contrarre malattie vascolari (infarti cardiaci e cerebrali).


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su