Pubblicità

L’osteoporosi colpisce solo le donne?

L’osteoporosi è stata a lungo considerata una malattia quasi esclusivamente femminile mentre in realtà può interessare anche l’uomo. Nel sesso maschile la probabilità di sviluppare osteoporosi è legata soprattutto alla predisposizione genetica, segnalata per esempio dall’avere padre, nonni o fratelli affetti, e a uno stile di vita sfavorevole caratterizzato da abitudine al fumo, eccessivo consumo di alcolici, sedentarietà e insufficiente esposizione al sole. Altre cause di osteoporosi maschile comprendono l’uso di farmaci o la presenza di malattie che interferiscono negativamente con il metabolismo osseo, ma anche l’immobilità prolungata, specie dopo i 70 anni.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su