Le patologie della prostata

Sono molte le patologie che possono interessare la prostata. Come spiega Sergio Bracarda, responsabile del Centro oncologico dell'Ospedale San Donato di Arezzo, ci sono infiammazioni acute e croniche, le prostatiti, dovute essenzialmente a infezioni e che tendono a recidivare, ci sono patologie neoplastiche, caratterizzate da una quota importante di tumori non aggessivi che vanno distinti da quelli maligni, ma certamente la condizione patologica più frequente è l'ipertrofia prostatica benigna. Si tratta di un processo involutivo degenerativo a cui va incontro la ghiandola con il passare degli anni. Le dimensioni della prostata aumentano via via portando a uno schiacciamento dell'uretra che porta a difficoltà progressive nell'eliminare le urine. Dato che questa patologia si sviluppa lentamente man mano il paziente si adatta alla situazione, dilazionando il momento nel quale richiede un controllo medico specifico. Esiste un "decalogo salva-prostata" stilato appositamente per proteggere l'organo identificando precocemente problemi, benigni o maligni che siano.

Torna su