La cellulite dipende da quel che mangio?

Assolutamente no: la cattiva alimentazione è solo uno dei possibili fattori aggravanti la cellulite. Alla sua base può esserci piuttosto una predisposizione familiare genetica, una maggiore sensibilità agli ormoni e una fragilità dei capillari più elevata. In particolare sono gli estrogeni, cioè gli ormoni sessuali femminili, ad agire sui capillari sanguigni causando ritenzione idrica che porta alla formazione della cellulite. Garantire una buona circolazione è il primo passo contro la formazione di questo sgradevole inestetismo. Per quanto riguarda l'alimentazione, è bene non esagerare con i cibi grassi, calorici e molto salati, perché aumentano la ritenzione di liquidi. Anche i disturbi intestinali, il sovrappeso e le adiposità localizzate aggravano la cellulite, perciò una dieta corretta, abbinata a uno stile di vita sano in cui non manchi l'attività fisica, aiuta a contrastare il problema.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su