Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Isterectomia e problemi intestinali"

A febbraio sono stata sottoposta a un’isterectomia. Da più di un mese ho dolori nel basso addome che si irradiano verso la zona lombare, gonfiore e a volte sensazione di aria nella pancia. Il ginecologo mi ha detto che potrebbe trattarsi di aderenze o di un problema all’intestino; perciò ho fatto unaa colonscopia, che è risultata negativa. Si può trattare di colon irritabile? La colonscopia può rivelare la presenza di colite?

L'intervento che ha subito rappresenta sicuramente un evento significativo e stressante per la funzionalità del suo intestino, quindi è molto probabile che i suoi disturbi siano da imputare ad alterazioni della composizione della flora microbica intestinale. Questo è plausibile in quanto prima dell'intervento chirurgico non aveva disturbi in tal senso e la colonscopia da lei effettuata non ha mostrato alcuna alterazione a livello del colon e dell'ultima ansa ileale. Di certo sarebbe utile sapere perché è stata sottoposta all'isterectomia, in quanto patologie oncologiche o uno stato anemico molto severo sono ulteriori fattori che aumenterebbero la probabilità che l'isterectomia possa perturbare l'ambiente pelvico e di conseguenza quello intestinale. Per quanto riguarda la possibilità di soffrire di colon irritabile, lo stress indotto dall'asportazione dell'utero (organo coinvolto nella riproduzione) potrebbe aver slatentizzato o creato i presupposti per lo sviluppo di questo disturbo. Infine, la colonscopia può rivelare una colite (cioè infiammazione della mucosa intestinale), ma nel suo caso l'esame non ha mostrato anomalie a livello dell’intestino e quindi escluderei che questo possa essere questo il motivo dei suoi sintomi.


Ha risposto Petruzzellis Carlo

Ss petruzzellis 147x130

Carlo Petruzzellis

Gastroenterologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2005 presso l’Università degli Studi di Messina.

Torna su