Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ipogonadismo e dimensioni del pene"

Soffro da sempre di ipogonadismo. Ho avuto un ritardo dello sviluppo e, purtroppo, non mi è mai stato risolto del tutto il problema, anche se è stato migliorato grazie ad alcune cure fatte, nel tempo, sotto consiglio di endocrinologo e andrologo. Ora ogni 3 settimane faccio delle dolorosissime punture di testosterone: i testicoli si sono ben sviluppati ma il pene risulta piccolo e in erezione non è molto duro. A parte l'operazione, ci sarebbe un farmaco o un apparecchio adatto per allungarmi un po’ il pene ed avere erezioni dure e che, magari, durassero un poco di più? In internet ho letto cose miracolose su prodotti erboristici o meccanici a trazione e sul testosterone: ma sono cose serie?

Suggerisco nuovamente un inquadramento in ambito endocrino-andrologico, per meglio definire i riferiti ipogonadismo e ritardo dello sviluppo. Non conosco la sua età, né se desidera avere figli (questo cambia l’approccio terapeutico). Sono soprattutto da valutare le dimensioni del pene, per capire se realmente ridotte o se si tatti di una convinzione. In relazione alla rigidità dell’erezione, sono molte le componenti in gioco, da quelle organiche a quelle psicologiche e relazionali, e tutte devono essere approfondite. Al momento eviterei soluzioni come quelle da lei indicate: si tratta di presidi molto diversi, che in gran parte non presentano solide basi scientifiche e risultano assai costose, eccezion fatta per il testosterone che è invece un farmaco a tutti gli effetti, con precise indicazioni e che necessita di gestione medica. Caldeggio pertanto una rivalutazione in ambito medico.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su