Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Infezione pregressa da CMV e controlli in gravidanza"

Mia figlia ha 17 anni ed è alla sua prima gravidanza e avendo eseguito l'esame del cmv alla 13° settimana ed avendo ottenuto un risultato positivo delle IgG e dubbio delle IgM la sua ginecologa le ha fatto fare il test di avidity che è risultato 79,32% e questa volta le IgM negative. Con questo risultato la ginecologa le ha detto che molto probabilmente dovrà sottoporsi ad una amniocentesi. Da quello che sono riuscita a documentarmi io ho potuto vedere che se il test di avidity è alto l'infezione non c'è stata di recente e quindi dovremmo stare "tranquille". Vorrei il suo parere prima di eseguire un esame così importante e vista la così giovane età di mia figlia.

La presenza di IgG positive all’inizio della gravidanza indica che la donna ha una pregressa infezione da citomegalovirus, ed è perciò teoricamente immune. Comunque il test di avidità solitamente chiarisce ogni possibile dubbio. Una bassa avidità delle IgG è dimostrazione di una infezione recente, quindi probabilmente avvenuta anche all’inizio della gravidanza, mentre se l’avidità è alta indica la assenza di una infezione primaria in atto o recente, ma espressione di una infezione eventualmente avvenuta almeno 3-4 mesi prima. Peraltro è corretto in corso di gravidanza sottoporsi ogni mese al test per la ricerca degli anticorpi anticitomegalovirus. È infatti dimostrato che in qualche caso, anche in presenza di infezione pregressa acquisita prima del concepimento, la donna può andare incontro a una nuova infezione con un ceppo di citomegalovirus antigenicamente diverso dal precedente, con la conseguente possibilità di trasmettere la malattia al feto.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su