RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Infarto e montagna"

Mio marito circa 20 mesi fa ha avuto un infarto e, tramite angioplastica, gli sono state riaperte due vene, mentre una terza risulta atrofizzata. Ha 40 anni ed è amante della montagna: è vero che non può più andare in altura? C'è un tetto massimo di metri a cui può arrivare?

Per quanto riguarda la passione sportiva di suo marito, sempre che il medico curante non individui specifiche controindicazioni, può andare in montagna limitandosi a passeggiare con calma. Comunque, non oltre i 2.000 metri d'altezza e non prima di essersi adeguatamente acclimatato e adattato alla differente pressione atmosferica.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su