Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Herpes vaginale, trasmissione"

Ho avuto relazioni con 2 uomini e dopo i rapporti con uno di loro ho riportato dolorose lesioni diagnosticate come herpes, ma né io né i miei due partner abbiamo mai avuto herpes di nessuna forma in precedenza. Saltuariamente nel tempo ad ogni rapporto con questa persona si ripresentano le lesioni. Ho letto che possono manifestarsi anche per l'attrito durante il coito come sorta di lesioni traumatiche, è possibile o è possibile che quest'uomo sia un portatore sano? Esiste una prevenzione?

Per il virus dell’Herpes vaginalis esiste la possibilità che una persona sia portatore sano e non abbia segni o sintomi tipici della malattia (vescicole, ulcere, croste), ma ciò nonostante contagi con il virus il partner durante un rapporto sessuale vaginale, anale od orale. L’unico modo per evitare questo rischio è quello di usare sempre e comunque dall’inizio del rapporto un preservativo maschile o femminile. Tuttavia sono sempre possibili lesioni trasmesse da/a parti del corpo non protette dal preservativo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su