Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Fucus in caso di tiroidite di Hashimoto"

Sono una donna di 40 anni con tiroide di Hashimoto senza noduli dal 2006 e assumo levotiroxina da 100 e 125. Da qualche mese sto assumendo fucus 335 con dieta ipocalorica per perdere peso. Sono in buona salute e ad oggi, dopo qualche mese di assunzione del fucus, non ho alcun dusturbo! Su Internet ho però letto che il fucus non va somministrato a chi soffre di tiroide. Posso continuare a prendere il fucus ? Mi consiglia di rifare il dosaggio FT3 - FT4 - TSH?

In effetti in teoria il Fucus non andrebbe somministrato a persone che soffrono di tiroide, ma visto che lei lo sta già prendendo con un buon effetto dimagrante e visto che non le dà alcun fastidio le consiglierei di continuare a prenderlo ancora per 30-45 giorni, al termine dei quali sarebbe meglio interrompere il trattamento per 15-20 giorni e controllare i parametri tiroidei. E poi, se tutto è a posto e se necessario, fare un nuovo ciclo di 2-3 mesi.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su