Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Uso di mezzo di contrasto e caduta dei capelli, quale legame"

Sono stata sottoposta a due risonanze magnetiche con mezzo di contrasto in circa 3 mesi (una a fine marzo, l'altra l'8 giugno). Mi ritrovo adesso con una forte caduta di capelli. Chiedo: è un possibile "effetto collaterale" del mezzo di contrasto?

Innanzitutto bisognerebbe sapere che tipo di mezzo di contrasto è stato usato e quali organi o regione corporea sono stati indagati. I mezzi di contrasto più frequentemente impiegati sono molecole a cui viene legato il gadolinio. A parte fenomeni allergici, i casi di tossicità finora riscontrati, relativi a questo elemento nell'ambito della risonanza magnetica, riguardano pazienti affetti da insufficienza renale. La caduta dei capelli potrebbe essere un sintomo correlato, ma è un'evenienza molto rara. Assai più probabile che la caduta abbia tutt'altra origine. Se il fenomeno persiste, consiglio il parere di uno specialista.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su