Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Eventuali interferenze dell'anestesia in caso di concepimento"

Con mio marito stiamo provando ad avere un bambino ormai da quasi due anni. Abbiamo fatto anche gli esami che risultano a posto. Ora avrei un intervento alle emorroidi il 31 marzo, ovvero al 18 giorno circa di ciclo. È meglio astenersi dai rapporti per questa volta perché l'anestesia potrebbe essere pericolosa nel caso in cui finalmente riuscissimo a concepire oppure no?.

Quando una gravidanza viene cercata da almeno un anno senza risultato è opportuno che la coppia si rivolga a un centro per la fecondazione assistita per gli opportuni consigli comportamentali e l’inizio di eventuali procedure diagnostiche specialistiche. Questo ritengo sia il suggerimento più importante da dare in questa situazione. Per quanto riguarda invece l’intervento indicato e la relativa anestesia, non vi è un razionale particolare perché siano evitati i rapporti, se non per il fatto di sentirsene o meno fisicamente disponibili nei giorni attorno all’intervento.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su