Esiste un rimedio naturale per migliorare la memoria?

Il vero segreto per avere sempre una memoria di ferro è mantenerla allenata: leggere molto, fare i calcoli a mente o giochi enigmistici sono buoni esercizi. Tuttavia, una buona memoria è basata anche sulla prevenzione dei disturbi alla circolazione del sangue nel cervello. Anche la natura può darci una mano in questo senso: il gingko biloba ha effetti positivi sia sulla memoria sia sulle capacità di attenzione e di apprendimento. Oltre ad agire direttamente sui neurotrasmettitori, aumenta la vasodilatazione e diminuisce la viscosità del sangue. È perciò ideale proprio quando la diminuzione della memoria è dovuta a un'insufficiente irrorazione sanguigna. Un'altra pianta, la bacopa, è utile perché agisce direttamente sull'ippocampo, porzione di cervello coinvolta nei processi di memorizzazione.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su