Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Entesopatia all'inserzione del legamento rotuleo, che fare"

Ho una lieve entesopatia distale all'inserzione del legamento rotuleo del ginoccho sinistro: cosa si può fare? È grave? Anche a letto la sera ho fastidio: l’osteopatia aiuta in questi casi?

L'entesi è l'inserzione di un tendine o di un legamento a un osso. Ogni tipo di trauma o infiammazione a carico di questo distretto comporta un entesopatia. Un'entesopatia inserzionale rotulea con coinvolgimento del tendine del muscolo quadricipite potrebbe derivare da una ipersollecitazione del tendine stesso. Spesso capita a giocatori di pallacanestro o pallavolo, a chi pratica atletica leggera e così via. La patologia di per sé non è preoccupante ed è possibile curarla con le onde d'urto abbinate a un trattamento osteopatico che permette al paziente di riacquisire mobililità ed elasticità globalmente. L'abbinamento garantisce sicuramente una risoluzione più rapida e di lunga durata. Tuttavia ritengo opportuno sottolineare che per avere una diagnosi corretta e di conseguenza una cura adeguata è necessario sottoporsi sempre a una visita specialistica. In questo caso lo specialista indicato è il fisiatra.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su