Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Enfisema polmonare"

Mio padre soffre di enfisema polmonare cronico. Ogni volta che ha l'influenza finisce in ospedale. Può tranquillamente prendere un farmaco a base di lisato batterico polivalente come terapia per raddoppiare le difese immunitarie e fare anche il vaccino antinfluenzale, anche se soffre di stomaco?

Se suo padre ha l'enfisema purtroppo è un paziente che ha già un deficit della respirazione e quindi, quando ha qualche insulto di natura infettiva, il suo "status" respiratorio peggiora significativamente e per questo ha bisogno del ricovero. Gli immunostimolanti sono assolutamente utili per questo tipo di pazienti e sono consigliabili per tutti coloro che che soffrono di malattie polmonari; non sono in alternativa al vaccino, anzi agiscono sinergicamente su fronti diversi, i primi sui batteri e il secondo sui virus.


Ha risposto Tursi Francesco

Tursi

Francesco Tursi

Pneumologo

Dal 2005 è Dirigente medico presso l’UO di Pneumologia dell’Ospedale Maggiore di Lodi. È dal 2002 Segretario dell’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse (A.I.S.T.) e dal 2009 Presidente dell’ALOR onlus (associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa).

Torna su