Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Effetti di latte o acido lattico sottocute"

Una tatuatrice, per eliminare il trucco semipermanente che mi aveva fatto alle sopracciglia, mi ha iniettato per due sedute dell'acido lattico. Quando ho scoperto che il ministero della salute lo aveva fatto ritirare perché nocivo per la salute, alla richiesta di spiegazioni mi ha liquidata dicendo che non era acido lattico ma semplice latte. Vorrei sapere a quali possibili conseguenze per la salute posso andare incontro a causa della sostanza (che sia latte o acido lattico) che mi è stata iniettata sottocute?

L’iniezione sottocutanea di latte dovrebbe provocare una sorta di reazione infiammatoria locale ed eventuale formazione di croste, con conseguente eliminazione totale o parziale dei pigmenti, il tutto nell’arco di tempo di circa una settimana. Non è certo che questa metodica produca gli effetti desiderati, molto dipende dalla quantità, qualità e profondità del o dei pigmenti. Non credo si possano verificare danni alla salute per minime dosi di sostanze iniettate, siano esse latte o acido lattico, a parte eventuali reazioni allergiche.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su