Pubblicità

È vero che l’osteoporosi può venire anche da giovani?

Di norma l’osteoporosi è legata all’invecchiamento e inizia a comparire dopo i 50 anni quando l’impoverimento osseo che si verifica in modo naturale e progressivo supera determinati valori rendendo le ossa fragili e facili alle fratture. Negli individui giovani l’osteoporosi è rara e di solito dovuta ad altre malattie come malassorbimento intestinale, patologie di fegato e reni, problemi ormonali, artrite giovanile, oppure all’assunzione di farmaci che impediscono di fissare il calcio nell’osso o che ne ostacolano il corretto metabolismo come i corticosteroidi, i farmaci immunosoppressivi e gli anticonvulsivanti. Infine anche carenze nutrizionali molto gravi protratte a lungo nell’infanzia e nell’adolescenza, in particolare relative a calcio e vitamina D, possono anticipare l’insorgenza della malattia. Esiste anche una forma di osteoporosi giovanile idiopatica, ossia priva di causa nota, ma si tratta di una condizione molto rara.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su