Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Disturbi della sessualità dopo assunzione di finasteride"

Da quasi 4 mesi assumo, dietro prescrizione medica, 1 mg di finasteride.Finora ho osservato come unico effetto collaterale la perdita di erezione mattutina. Ho due domande: 1) la comparsa di questo effetto collaterale è grave o posso continuare ad assumere il farmaco con la consapevolezza che tale effetto cesserà una volta sospeso? 2) l'effetto collaterale rimarrà di tale intensità o aumenterà o peggio ancora ne compariranno altri?

Recentemente numerosi lavori in letteratura riportano che in alcuni individui l'impiego di finasteride può associarsi all'insorgenza di disturbi della sessualità, quali disfunzione erettile, calo della libido o riduzione del volume dell'eiaculato. Alcuni autori suggeriscono inoltre che l'impiego del farmaco può associarsi alla comparsa di altri effetti collaterali quali ginecomastia o deflessione del tono dell'umore. In alcuni soggetti, questi effetti possono essere prolungati nel tempo e persistere anche dopo la cessazione del farmaco. All'insorgere di tali segni o sintomi potrebbe pertanto essere utile riconsiderare farmaci diversi dalla finasteride per il problema di base.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su