Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Digestione lenta e di colon irritabile"

Soffro da anni di digestione lenta e di colon irritabile con prevalenza di stipsi. Pertanto se assumo un procinetico, come domperidone, la motilità aumenta e migliora la digestione, ma non mi sento il colon rilassato, mentre se prendo un antispatico, come trimebutina e medazepam oppure otilonio bromuro e medazepam, mi rilassa, ma mi rallenta la motilità e quindi la digestione. Desidero sapere: esiste un farmaco che contemporaneamente rilassa stomaco e colon e velocizza la digestione? Se non esiste allora posso assumere, nello stesso pasto, sia un antispastico che un procinetico?

Domperidone è un farmaco procinetico che, come metoclopramide e levosulpiride, agisce sull’intestino prossimale (esofago, stomaco e intestino tenue prossimale), è dotato di proprietà antiemetiche e gastroprocinetiche ed è indicato nei disturbi della motilità del tratto gastrointestinale superiore, mentre non ha effetto sul colon. Gli antispastici agiscono invece sulla muscolatura liscia dell’apparato digerente e sono indicati per le manifestazioni spastico-dolorose del tratto enterico distale. Dato che hanno funzione ed effetto diverso su tratti differenti del sistema gastroenterico, non è controindicato assumerli insieme. C'è poi l'eritromicina, un antibiotico che in base ad un suo effetto collaterale, viene utilizzato anche come procinetico con azione totale (su tutto l’intestino), pertanto è indicato nei casi, come il suo, di rallentato transito gastro-intestinale, tuttavia va assunto sotto controllo medico.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su