Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Diatermocoagulazione in gravidanza"

Volevo chiedere che tipo d'interferenze possono esserci quando, non sapendo di uno stato di gravidanza, si ricorre a una diatotermocoagulazione per eliminare un ectropion. La mia ginecologa dice che non incorrono interferenze di nessun genere, ma sul web leggo cose differenti.

La diatermocoagulazione è una procedura in cui uno stimolo di corrente ad alta frequenza viene concentrata su un punto di un certo tessuto, per esempio il collo uterino, per distruggere del tessuto o coagulare cellule, come nel caso di un ectropion cervicale. Non vi è nessun problema se ciò viene fatto in corso di gravidanza.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su