Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Diabete, stomaco e mestruazioni"

Ho 37 anni, sono diabetica da 3. Ho iniziato, pochi giorni prima dell'arrivo delle mestruazioni, una terapia con lansoprazolo per dolori allo stomaco per i quali dovrò sottopormi la settimana prossima a una gastroscopia. Le scrivo perché a tutt'oggi (19 novembre) le mestruazioni iniziate il 13 non sono ancora passate e anzi, oggi mi sono svegliata col mal di pancia tipico dei primi giorni e un flusso seppur non molto abbondante che non si ferma. Vorrei sapere se è possibile che sia il lansoprazolo che ha causato questo. Ho deciso di non prenderlo più da oggi. Dalle ultime analisi e in generale quasi sempre soffro di carenza di ferro e mi sento davvero molto debole. Specifico che generalmente le mestruazioni mi durano massimo 5 giorni. Che cosa mi consiglia?

È improbabile una relazione tra lansoprazolo e disturbi del ciclo, che non sono citati nel pur lungo elenco dei possibili fenomeni collaterali. Va peraltro ricordato che l’organismo umano è talmente complesso che non bisogna mai escludere nulla.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su