RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Diabete, l'alimentazione più corretta"

Quali sono i cibi che devo assumere per diminuire il mio diabete o comunque per seguire una dieta adatta? Prendo tre volte al giorno, dopo i pasti, una compressa di metformina cloridrato 850 mg. Nonostante questo la mia glicemia resta intorno a 170.

Il diabete è una malattia metabolica cronica molto comune per la quale, abbinata alle cure farmacologiche, la dieta costituisce la cura migliore. In passato le persone con diabete erano molto penalizzate a tavola. Niente dolciumi, niente vino, niente zucchero, niente riso, poca frutta e poca pasta o pane. Oggi, però, non è più così; si è visto che se è vero che i diabetici non dovrebbero mangiare i dolciumi abitualmente, gli alimenti più pericolosi per questi malati sono comunque, come per tutti, quelli troppo ricchi di grassi perché, in generale, finiscono per danneggiare i vasi e il cuore. Non esistono alimenti specifici per abbassare la glicemia. La sua dieta quotidiana deve essere adeguata al suo peso, all’altezza e alla sua attività fisica e lavorativa. E i farmaci vanno sempre presi in abbinamento alla dieta giusta per lei. Può mangiare un po’ di tutto. Si ricordi, però, che la dieta delle persone diabetiche va programmata dal diabetologo o dal dietologo, ma solo dopo un’accurata visita medica. È importante anche mantenersi sempre attivi e in movimento.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su