Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dermatite da larva migrans: quali cure"

Vorrei sapere come si può curare una dermatite da larva migrans. Ci sono delle pomate efficaci tra quelle in commercio in Italia o è necessario anche assumere altri farmaci?

La larva migrans è causata dalla infestazione cutanea di larve del genere Ancylostoma, un verme (nematode) che parassita vari animali come cani, gatti, ma non solo. Le larve si sviluppano dalle uova presenti nell’intestino degli animali, espulse tramite le loro feci e sono comuni nei luoghi da questi frequentati, soprattutto nelle regioni caldo umide della fascia compresa tra i due tropici. Le larve hanno la capacità di penetrare nella cute e provocare la tipica dermatite, ma nell’uomo non riescono a completare il loro ciclo vitale, rimanendo localizzate a livello cutaneo senza danneggiare organi interni (parliamo sempre degli Ancylostoma che provocano la larva migrans, altri dello stesso genere si comportano diversamente). La dermatite si estingue spontaneamente, ma dato che i tempi possono essere lunghi, i disturbi notevoli e la possibilità, seppure remota, che siano coinvolte larve di altre specie, è bene ricorrere a una adeguata terapia. In Italia non sono attualmente disponibili preparati per uso locale, ma solo farmaci per via orale. A seconda del numero delle lesioni, si possono utilizzare trattamenti locali con azoto liquido, neve carbonica o altro, tenendo presente che è difficile localizzare con esattezza la larva lungo il suo percorso cutaneo. Consiglio vivamente una visita dermatologica.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su