RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dermatite da contatto alle palpebre"

A settembre mi sono recata da un dermatologo poiché presentavo, inizialmente sulla palpebra inferiore di un solo occhio e poi anche su quella dell'altro, un forte rossore accompagnato da leggero gonfiore, prurito e secchezza. In quella circostanza mi è stato diagnosticato un eczema da contatto e ho eliminato il trucco e seguito una terapia locale per un mese. Al termine della terapia il problema si è ripresentato a distanza di pochi giorni e non so più cosa fare. A questo punto come posso capire a quali sostanze sono allergica? È consigliabile un patch test oppure altri esami?

Ritengo opportuno, in seguito a recidiva come quella descritta, suggerire un approfondimento allergologico con una visita specialistica. In primis verificare se la dermatite è causata da una sensibilizzazione da contatto, e il patch test è la strada da seguire. E nevcessario portare con sé anche la confezione del trucco "incriminato" per poterne valutare la composizione. Se il patch test fosse negativo eseguirei anche un prick test per valutare se è un soggetto atopico con manifestazioni eczematose palpebrali.


Ha risposto D'Agostino Marco

Dagostino

Marco D'Agostino

Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, è dal 1999 specialista in Allergologia e Immunologia Clinica e, dal 2007, in Igiene e Medicina Preventiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su