Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dermatite da contatto alle palpebre"

A settembre mi sono recata da un dermatologo poiché presentavo, inizialmente sulla palpebra inferiore di un solo occhio e poi anche su quella dell'altro, un forte rossore accompagnato da leggero gonfiore, prurito e secchezza. In quella circostanza mi è stato diagnosticato un eczema da contatto e ho eliminato il trucco e seguito una terapia locale per un mese. Al termine della terapia il problema si è ripresentato a distanza di pochi giorni e non so più cosa fare. A questo punto come posso capire a quali sostanze sono allergica? È consigliabile un patch test oppure altri esami?

Ritengo opportuno, in seguito a recidiva come quella descritta, suggerire un approfondimento allergologico con una visita specialistica. In primis verificare se la dermatite è causata da una sensibilizzazione da contatto, e il patch test è la strada da seguire. E nevcessario portare con sé anche la confezione del trucco "incriminato" per poterne valutare la composizione. Se il patch test fosse negativo eseguirei anche un prick test per valutare se è un soggetto atopico con manifestazioni eczematose palpebrali.


Ha risposto D'Agostino Marco

Dagostino

Marco D'Agostino

Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, è dal 1999 specialista in Allergologia e Immunologia Clinica e, dal 2007, in Igiene e Medicina Preventiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su