Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Deformazione congenita delle unghie, cure"

Il mio ragazzo (29 anni) fin dalla nascita soffre di una malattia congenita che ha portato alla deformazione delle unghie delle mani e dei piedi. Credo si tratti di onicogrifosi anche se l’unghia non tende a diventare tipo uncino ma mantiene la sua forma, è solo più spessa, molto ricurva, giallastro-verdognola, tende a distaccarsi lateralmente e poi a cadere infettandosi. Esistono oggi delle tecniche di asportazione e di sostituzione completa dell’unghia?

Le alterazioni congenite della struttura ungueale predispongono a infezioni micotiche o batteriche che vanno identificate tramite esami colturali in quanto la terapia cambia a seconda del tipo di infezione. Esistono centri sia pubblici sia privati che si occupano di questi problemi e che possono valutare l'opportunità di protesi ungueali complete o di trattamenti ricostruttivi specifici. I costi variano ovviamente da caso a caso.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo2

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Torna su