Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cotiledone succentuariato"

Durante l'ecografia morfologica mi è stato diagnosticata placenta posteriore con cotiledone succentuariato anterolaterale dx. Potrebbe chiarirmi meglio di cosa si tratta? Mi è stato semplicemente detto di comunicarlo al momento del parto. Ora considerando che dovrò sottopormi al cesareo, questo cotiledone potrebbe causare problemi? Ho sentito dire che può provocare emorragie per la madre?

Il cotiledone succenturiato è una anomalia della placenta che presenta un cotiledone che sta al di fuori della placenta stessa e che, solitamente, non dà particolari problemi, nemmeno durante un taglio cesareo, a maggior ragione quando gli operatori ne sono stati avvertiti. Una eventuale emorragia da cotiledone succenturiato si può avere più facilmente durante un parto vaginale e quando non se ne conosca la presenza, per cui esso si può staccare dalla placenta restare in utero e impedire una sua regolare involuzione.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su