Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Come individuare i giorni più fertili"

Vorrei sapere, in caso di ciclo di solito regolare (28 giorni), ma che in alcuni mesi compare ogni 23-24 giorni, come si possono individuare i giorni di maggiore fecondità. Il mio primo giorno di mestruazione (quello con ciclo vero abbondante e relativi dolori addominali) è preceduto sempre da 4 giorni circa di perdite di lieve entità: il calcolo dei 14 giorni deve partire dal primo giorno di perdite oppure dal giorno della mestruazione abbondante?

Solitamente in un ciclo normale di 28 giorni i giorni più fertili sono tra il 14° e il 16° giorno dall’inizio della mestruazione, che viene contata da quando la perdita è decisa. Ciclo normale è però anche quello che sta tra i 28 giorni più o meno 5 giorni, cioè tra 23 e 33 giorni; in questi casi l’ovulazione dovrebbe variare al massimo di 1-2 giorni in più o in meno. Come individuare l’ovulazione è operazione talora semplice, se i segni dell'ovulazione stessa sono presenti ed evidenti, talaltra è più difficile, quando i segni sono più sfuggenti. Questi segni possono essere: muco vaginale più abbondante e filante, dolori pelvici a mesi alternati a destra e sinistra, modesta tensione addominale, fugace tensione al seno, talora maggiore desiderio sessuale. Qualche volta sono di aiuto i test di ovulazione.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su