Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Clomifene, quando è opportuno assumerlo"

Sono una ragazza di 30 anni, da ben 2 anni sono in cerca di una gravidanza andando cosi da più ginecologi. Dopo aver fatto mille analisi e accertato che tutto è normale, uno dei medici mi prescrive clomifene da prendere in collaborazione con il mio ginecologo di fiducia, ma lui non è d'accordo poiché dice che il clomifene non va assunto se si ha un ciclo mestruale regolare.

Questo è l’esempio concreto della confusione che purtroppo si induce consultando un eccessivo numero di specialisti. Probabilmente ognuno di loro trae le sue conclusioni da una propria serie di considerazioni e dalla propria esperienza, e ognuno di loro probabilmente esprime una parte di verità. È peraltro vero che il clomifene è un induttore dell'ovulazione; ma se risulta dimostrato che l’ovulazione avviene in modo regolare e sistematico ogni mese, non c’è dubbio che il farmaco può risultare superfluo. Mi lascerei dunque guidare da un solo specialista.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su