Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ciclo assente dopo oltre due mesi dall'aborto spontaneo"

Ho 28 anni e 2 aborti interni alle spalle senza alcun approfondimento sulle 
possibili cause perchè risulto "ancora giovane". Il secondo raschiamento, causa morte del feto, 
è avvenuto il 4 settembre (gravidanza di 10 settimane). Da quella data nessun ciclo mestruale.
 Il 16 ottobre ho avuto la visita post aborto e risultava "ciclo imminente". Il 7 novembre 
ho notato alcune macchie di sangue, accompagnate da forti dolori, ma null'altro. Tutto questo rientra nella norma? E se non lo è, come devo muovermi?

Solitamente si ricercano in modo approfondito le cause dell’aborto spontaneo quando il numero degli aborti sia uguale o superiore a tre. In questo caso si parla di polli abortività. Quanto al ciclo più o meno regolare o più o meno abbondante, ciò è un fatto relativamente comune nei primi mesi dopo una revisione della cavità uterina. Dunque al momento la situazione non è preoccupante, ma può valere la pena rivalutarla a sei mesi dall’aborto spontaneo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su