Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cheratosi attinica"

La cheratosi attinica va sempre analizzata?

Direi piuttosto che una cheratosi deve essere analizzata per stabilire se sia attinica o meno. Confermata la diagnosi, la cheratosi attinica deve essere trattata, in quanto attualmente è considerata come precancerosi o come degenerazione (epitelioma) “in situ”, cioè localizzata, ma con possibilità di ulteriori evoluzioni. A seconda dei casi, sono disponibili anche terapie locali: la riposta al trattamento potrà poi richiedere ulteriori accertamenti. La situazione non deve essere trascurata, evitando però eccessivi allarmismi.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su