Pubblicità

Che cos’è il reflusso acido?

Il reflusso non è altro che la risalita del contenuto dello stomaco nell'esofago. Viene definito acido perché il contenuto gastrico è costituito anche da acido cloridrico, un elemento fondamentale per la digestione degli alimenti. In genere la risalita del contenuto dello stomaco nell'esofago è impedito dalla presenza di una valvola tra i due organi, chiamata cardias, che si richiude subito dopo il passaggio del cibo verso il basso. Tuttavia può succedere che questa valvola non si chiuda perfettamente e che, quindi, consenta a quanto è stato ingerito di ripercorrere la strada al contrario. Esistono, poi, dei fattori predisponenti a questo disturbo, come pasti troppo abbondanti o pesanti, che rallentano la digestione, il fumo, gli alcolici e i cibi piccanti o speziati. Per curare il reflusso gastroesofagèo, i farmaci più usati sono gli inibitori di pompa protonica, come per esempio l’omeprazolo, che bloccano la secrezione di acido cloridrico a livello dello stomaco, riportandolo a livelli normali. Se vuoi saperne di più sulle terapie del reflusso gastroesofageo leggi questo articolo.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su