Pubblicità

Che cosa posso fare per rallentare l’osteoporosi?

L’osteoporosi, cioè la maggiore fragilità delle ossa che comporta un rischio più alto di fratture, è un fenomeno progressivo che si sviluppa lentamente e comincia a farsi vedere intorno ai cinquant’anni, soprattutto tra le donne. La prevenzione dura quindi tutta la vita, ma per le donne che arrivano alla menopausa è opportuno consumare abitualmente cibi ricchi di calcio, il cui fabbisogno giornaliero è pari a circa 1,5 grammi. Fondamentale anche l’attività fisica regolare: stimola la formazione di tessuto osseo, aumenta la resistenza dello scheletro ai traumi, migliora il tono muscolare e l'efficienza delle articolazioni. Esiste anche una cura farmacologica, chiamata terapia ormonale sostitutiva, che deve essere prescritta dal medico dopo un’attenta valutazione della situazione.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su