Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Celiachia che non migliora con dieta priva di glutine"

Mi è stata diagnosticata una celiachia. Il mio medico mi ha prescritto una dieta priva di glutine, soltanto che coliti intestinali, nausea, dolori e crampi addominali frequenti non sono per nulla passati, anzi. Nel referto istologico come diagnosi A c'era la celiachia; inoltre era presente una diagnosi B: "densi infiltrati linfoidi a prevalente immonofenotipo B, costituiti da forme di aspetto maturo, con indice proliferativo inferiore al 5%, localizzati in sede mucosa profonda". È il caso di approfondire perché potrebbe esserci qualcosa da verificare?

Per meglio comprendere e trattare i suoi sintomi potrebbe essere utile far ricontrollare i vetrini dell’esame istologico sulle biopsie duodenali in un centro specialistico per la Malattia Celiaca.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su