Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Capillari fragili"

Ho da poco compiuto 29 anni, sono di costituzione minuta, ho ripreso a praticare nuoto con una certa costanza, da qualche anno. Mangio frutta e verdura e bevo tanto. Mi massaggio spesso le gambe. Nonostante queste buone abitudini, ho notato certa una fragilità capillare, soprattutto sulle coscie: come mai? È un fattore ereditario o posso intervenire con ulteriori accortezze per non peggiore la situazione? I massaggi fanno sempre bene oppure possono fare uscire altri capillari?

I massaggi vanno bene ma vanno fatti con una certa delicatezza per non rischiare di rompere i capillari. Per curare la fragilità capillare consiglio di prendere la frazione triterpenica di centella al 60% alla dose di 3 compresse al giorno (1 ogni circa 8 ore) a stomaco vuoto, continuando la cura per tutta la stagione calda e poi a cicli di 2 mesi si e 1 mese no. Cordiali saluti


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su