Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Canino che cresce orizzontalmente"

Ho un canino che invece di crescere normalmente lo ha fatto in orizzontale (per mancanza di spazio) all'interno della gengiva, spingendo però su tutti gli altri denti e causandone lo spostamento. MI è stato detto che devo fare spazio allargando il palato, ma la cosa mi spaventa perché dovrebbe anche essere spaccato il palato e ho 25 anni... Mi chiedevo, non è meglio togliere qualche dente? Ci sono altre soluzioni disponibili?

Innanzitutto bisogna fare un accurato accertamento diagnostico tramite ortopantomografia e se il suo dentista lo ritiene opportuno, anche con l'ausilio di una TC Dentalscan. Soltanto cosi si individuerà l'esatta formazione dell'elemento dentario, le sue reali dimensioni, il suo rapporto con gli altri denti e come è orientato nello spazio; bisogna capire se si tratta di un canino parzialmente incluso, che quindi potrebbe avere maggiori possibilità di essere recuperato in arcata, oppure totalmente incluso, nel qual caso ci sarebbe un alto rischio di anchilosi ossea dell'elemento (fusione dell'osso con il dente). Questo rende molto più complicato il recupero del dente stesso, che deve prevedere la rimozione dell'osso circostante. Per questo alla domanda "se non sia meglio togliere qualche dente" mi sento di scnsigliarla dal togliere elementi sani e funzionali a favore di un recupero, comunque complesso e non totalmente predicibile. La soluzione che le hanno proposto prevede l'allargamento del palato, presumibilmente a livello della sutura palatina, con corretto riposizionamento in arcata degli altri elementi dentari trmite trattamento ortodontico, al fine di creare lo spazio fisiologico necessario all'estrusione del canino. Nel suo caso mi permetto di prestare particolare attenzione al cosidetto rapporto "costo beneficio", cioè quali siano le reali probabilità di successo ottenibili, e l'ago della bilancia, in questo caso, è dato dal grado di inclusione, parziale o totale, dell'elemento.


Ha risposto Pedone Maurizio

Pedone

Maurizio Pedone

Odontoiatra

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1985 con 110 e lode presso l’Università degli Studi di Firenze, consegue poi la specializzazione in Odontostomatologia e protesi dentale nel 1992 presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti. Dal 1985 al 1999 è Ufficiale Medico presso l'Aeronautica Militare.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su