Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Bolle enfisematose"

Sono una donna di 48 anni. Ho fatto una tac alla spalla per un problema di instabilità e sono state segnalate bolle di enfisema, confermate da una tac ai polmoni. Ho fumato per 20 anni, circa 13 sigarette al giorno, e negli ultimi 12 anni una media di 8 sigarette al giorno. Ho smesso totalmente di fumare dopo la tac! Vorrei sapere la probabilità di un pneumotorace e se viaggi in aereo aumentano il numero o la taglia delle bolle o le fanno rompere. Infine, mi può dire che cos'è un sforzo a glottide chiusa? Tante grazie

Gentile signora, per prima cosa voglio complimentarmi con lei: aver smesso di fumare è stata una grande conquista e lo capirà col tempo. La probabilità di rottura di una bolla enfisematosa è molto bassa e dipende dalla dimensione della bolla stessa: più è grande più probabilità ci sono che si rompa. Gli aerei sono pressurizzati (La pressione negli aerei di linea corrisponde a quella presente a 2.400 metri di quota); i voli aerei, quindi, non dovrebbero causare grossi problemi, anche se in quelle condizioni respirare è più difficile e possono comparire capogiri o svenimenti. Uno sforzo a glottide chiusa è lo sforzo che si fa per esempio prima di tossire.


Ha risposto Tursi Francesco

Tursi

Francesco Tursi

Pneumologo

Dal 2005 è Dirigente medico presso l’UO di Pneumologia dell’Ospedale Maggiore di Lodi. È dal 2002 Segretario dell’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse (A.I.S.T.) e dal 2009 Presidente dell’ALOR onlus (associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa).

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su