Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Blocco di branca sinistra, che fare"

Ho 77 anni, maschio. Assumo olmesartan, idroclorotiazide e sotalolo. A seguito di un controllo cardiologico di routine con la prova da sforzo si è evidenziato un "blocco di branca sinistra". Dalle analisi del sangue ed ecografie non è emerso niente di rilevante a parte una ipertrofia del ventricolo sinistro presente da diversi anni e che non progredisce. Desidererei sapere se è opportuno approfondire.

Direi che non vedo la necessità di approfondimenti in questo momento. Per ora va bene cosi: è importante fare controlli cardiologici ogni 6 mesi ed eventualmente un Holter ecg per il disturbo elettrico BBS (blocco di branca sinistra) e proseguire la terapia in atto; il danno elettrico BBS è sicuramente secondario all'ipertensione e all'ipertrofia ventricolale sinistra.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su