Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Attività fisica e riduzione della pressione arteriosa"

Ho 43 anni e regolarmente (almeno una volta la settimana) partecipo a gare podistiche non competitive. Mi è stato detto che durante attività fisica prolungata e intensa la pressione del sangue diminuisce. Mi conferma che è vero? E se è così, entro quali limiti dovrebbe rimanere?

Durante lo sforzo la pressione arteriosa aumenta con limiti fisiologici (220 di PA sistolica meno l'età), dopo l'attività fisica, se la persona è allenata la PA scende a valori nella norma circa 120/80. L'allenamento, invece, se fatto con criteri di buon senso, mantiene bassa la PA con valori sempre nella norma, ma mai crea ipotensione (sotto i 100 mmHg di sistolica e 60 di diastolica); l'attività fisica moderata e continuativa è sempre utile per mantersi in forma con PA controllata.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su