Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Antipertensivo, farmaci contro la cefalea e gravidanza"

Sono appena entrata nella quarta settimana di gestazione e il primo controllo col ginecologo sarà tra circa un mese. Seguo una terapia per una leggera ipertensione che prevede un farmaco a base di nebivololo e, in quanto affetta da cefalea a grappolo, assumo una compressa di escitalopram al giorno come terapia preventiva e, in caso di forti crisi, sumatriptan. Quali di questi farmaci è bene sospendere?

È questo un caso che rientra nella terapia cronica iniziata prima della gravidanza. In questi casi il problema andrebbe analizzato prima di programmare la gravidanza per selezionare i farmaci possibilmente non dannosi nel periodo gestazionale. I tre farmaci citati sono tutti e tre sconsigliati in gravidanza, in particolare nel primo trimestre, ma gli studi disponibili non dimostrano un loro danno effettivo sul feto. Occorre comunque una valutazione specifica dello specialista di un centro per la gravidanza a rischio.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su