RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Anoressia sessuale comparsa all'improvviso"

Ho il sospetto che mio marito sia affetto da anoressia sessuale. Posto che non vuole affrontare l'argomento e che sostiene di non aver bisogno di aiuto, mi può descrivere i sintomi e le cause e suggerirmi cosa fare per aiutarlo io stessa? Il nostro è stato un matrimonio d'amore fino a circa un anno fa. Poi all'improvviso si son diradati i rapporti e da 6 mesi evita qualsiasi contatto fisico. Non so cosa fare e cosa gli sia successo. Non ha un'altra donna e siamo sposati da 25 anni. Abbiamo 50 e 49 anni e la nostra intesa fino ad allora era perfetta.

Ciò che lei definisce anoressia sessuale è quello che più comunemente è detto “calo della libido”, cioè riduzione del desiderio sessuale. Le cause di questa condizione possono essere di varia natura, sia organiche sia psicologiche. Tra le cause organiche, ci sono alcune alterazioni ormonali, come la riduzione del testosterone o l’aumento della prolattina. Inoltre, ci sono alcuni farmaci, come gli antidepressivi della categoria degli inibitori della ricaptazione della serotonina, che possono causare una riduzione del desiderio sessuale. Tra le cause psicologiche, ci possono essere stati ansiosi o depressivi primari o secondari a problemi o preoccupazioni. In alcuni soggetti, il calo del desiderio può essere secondario ad altri disturbi sessuali, come per esempio una disfunzione erettile. In questi casi, il calo del desiderio è una specie di meccanismo di protezione che l’uomo mette in atto per evitare il “fallimento”. In ogni caso, consiglio una visita andrologica per inquadrare a 360° il problema di suo marito. In base alla visita, il medico potrà richiedere esami ematici o approfondimenti clinici mirati e specifici per suo marito.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su