Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Anomia cromatica"

Ho 25 anni e da sempre credo di avere un problema denominato "anomia cromatica": ogni tanto capita che per descrivere un oggetto io gli attribuisca un colore errato, benchè riconosca il colore a livello visivo. Mi rendo conto immediatamente dell'errore, ma non riesco subito a correggerlo, devo sforzarmi per ricordare il nome esatto del colore. Ho provato a cercare informazioni ma ne ho trovate poche, la maggior parte associate ad Atrofia Corticale Posteriore. La mia domanda è: è opportuno approfondire? Chiedo scusa se sono stato prolisso e la ringrazio infinitamente per la disponibilità offerta.

Il disturbo che lei lamenta è molto raro e deve in ogni caso essere correttamente inquadrato, Deve sicuramente effettuare una visita neurologica e un esame radiologico (ad esempio Risonanza magnetica cerebrale). Credo comunque che, dato che il problema è presente da sempre, possa trattarsi di un'anomalia congenita priva di evolutività.


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su