Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Angioma in un neonato "

A 2 settimane dalla nascita di mia figlia, le è comparso un piccolo angioma sulla fronte, per ora grande come una lenticchia. Ho notato però nuovi capillari che partono dall'angioma, per cui penso che sia possibile un suo accrescimento. Ritiene che sia il caso di ricorrere a terapie farmacologiche mirate? In particolare, non sarebbe consigliabile iniziare una terapia di propranololo al più presto per impedirne l'evoluzione? A chi devo rivolgermi?

Macchie cutanee di colore rosato, rossastro o violaceo, comunemente definite "voglie", possono essere dovute all’ingrandimento di piccoli capillari, vasi venosi, arteriosi o linfatici. Non sono quasi mai sintomatiche, salvo quelle di grandi dimensioni, e sono in genere di natura benigna, tanto da considerarsi inestetismi. Raramente sono correlate a qualcosa di grave. Alcune di queste, specie se molto piccole, a volte scompaiono da sole.  La definizione "angiomi" è generica e spesso errata: a volte sono emangiomi, ma puo' trattarsi anche di altre anomalie vascolari, come telengectasie, malformazioni arterovenose ecc. Alcune di queste sono isolate sulla cute, e non danno alcun problema, altre si accompagnano a formazioni simili anche negli organi interni. La maggior parte è isolata e benigna, ma proprio perché il problema può essere anche complesso, non è corretto iniziare terapie senza un parere specifico, che si può formulare solo dopo una visita. La terapia con propanololo è riservata a casi specifici, cioé ad alcuni emangiomi gravi. Perciò le consiglio di rivolgersi al suo pediatra o a un dermatologo pediatra. Sottolineo l'importanza di esperienza pediatrica, vista l'età di sua figlia.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

Torna su