Amore (e sesso) dopo i 60

La passione, per la partner di sempre o per un nuovo amore, non per forza si spegne con il passare degli anni, anzi.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti

C'è chi mantiene viva la passione e chi decide di chiudere con la sessualità. E poi c'è l'amore: per il compagno di sempre o per la nuova fiamma, per gli amici o per un cucciolo, per i nipotini o per un hobby. A 60 anni si ricomincia a sognare.

Brigitte Trogneux, 64 anni, la nuova prémière dame di Francia, moglie del neo eletto Emmanuel Macron, è una bellezza sbarazzina e la coppia sembra proprio innamorata. I 60 e passa di Brigitte sono frizzanti come champagne, simbolo di una femminilità che non si spegne dopo la menopausa. Ma i favolosi anni 60 sono tali anche per gli uomini, che continuano a mantenersi in forma e non temono più di rivolgersi al medico in caso di disturbi della sfera sessuale.

Sesso e libertà

Il sesso contribuisce a stare bene anche dopo una certa età: secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Journal of Sexual Medicine, il 55% degli uomini over 60 sessualmente attivi e il 45% delle donne è soddisfatto della propria vita e ha un sacco di interessi.

«Anche nelle coppie ben assortite, ancora felici di stare insieme, aumentano gli spazi di libertà» spiega Maria Beatrice Toro, psicologa e psicoterapeuta. «I figli sono cresciuti, ci sono meno pressioni e ci si può dedicare alle attività preferite senza necessariamente la presenza del partner. Ecco allora la serata a teatro con le amiche, il torneo di tennis, ecc. Alcune coppie poi ritrovano, proprio grazie agli spazi di libertà individuale, anche il desiderio erotico».

Seduzioni “trasparenti”

Nel 2016 si è registrato un aumento del 3% delle richieste di separazione da parte di coniugi senior, che rappresentano il 10% delle richieste totali, segno che per chiudere una relazione insoddisfacente non è mai troppo tardi. Succede perché ci si innamora di un’altra o di un altro o semplicemente perché, andati via i figli da casa, ci si ritrova tra "estranei".

«Innamorarsi a 60 o più anni – continua la psicologa – significa intraprendere una relazione aperta e sincera, con un atteggiamento pragmatico e realistico, dato proprio dalla maturità: una reciproca seduzione “trasparente”, senza i "giochini" che si fanno in gioventù».

Ma non tutte le separazioni sono causate da un nuovo incontro. Sono numerosi, infatti, gli over 60 che decidono di fare la loro prima esperienza da single. Si tratta soprattutto di donne che non intendono più rimandare la realizzazione dei propri sogni (prendere un gatto, seguire un corso di tango, viaggiare) e decidono di farlo una volta esauriti gli impegni materni.

Insomma, l'amore (e il desiderio di libertà) non ha età. Questi sessantenni sono inoltre super tecnologici, usano la tecnologia per informarsi, per chattare, per salutare i nipotini oltreoceano. «Sono tecno entusiasti – spiega la psicologa. Internet può essere un potente antidepressivo, il flirt virtuale ci sta, ma purtroppo sono numerose anche le truffe d'amore on line, e se non si è più che accorti si rischia qualche danno, economico e all'amor proprio».

Meglio quindi continuare a conoscere nuovi amici e nuovi amori alla vecchia maniera, con lo charme e l'eleganza che si acquisiscono soltanto con l'età. Madame Brigitte insegna.

Shamiran Zadnich

CONSULTA L’ARCHIVIO DI SESSUALITà E COPPIA
Torna su