Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Allergia al pelo del cane, come esserne sicuri"

A giugno dello scorso anno ho adottato un cucciolo di Jack Russell. Dopo 4 giorni non riuscivo a respirare bene e il mio medico mi ha detto che si trattava di asma data da allergia al suo pelo, oppure all'ulivo in fiore. Mi son curata con antistaminico e ho dovuto allontanare il cane. Ora mi sono fatta prescrivere i test cutanei a lettura immediata. Riuscirò a capire se si tratta effettivamente del pelo del cane?

Tra i test (prick test) solitamente è incluso come allergene ambientale il cane. Pertanto verosimilmente in base alla sua storia clinica è attesa una positività al cane spesso di accompagnamento a positività a pollini.


Ha risposto D'Agostino Marco

Dagostino

Marco D'Agostino

Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, è dal 1999 specialista in Allergologia e Immunologia Clinica e, dal 2007, in Igiene e Medicina Preventiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su