Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Alitosi, le cause"

Ho una pesante alitosi prima dei pasti quali possono essere le cause?

L’alito cattivo (alitosi) è un odore sgradevole emesso durante la respirazione. Circa 1 persona su 4 soffre periodicamente di alitosi e nel 90% dei casi l’origine è nella cavità orale, di solito sulla lingua. La causa principale è rappresentata dal metabolismo di alcune specie batteriche che si accumulano sui denti e, soprattutto, sulla lingua. Una scarsa igiene orale, gengivite, stress, fumo e l’assunzione di alcuni farmaci sono tra i fattori che possono causare l’alitosi. Altre possibili cause di alitosi potrebbero essere patologie dell’orecchio, del naso e della gola o di altre parti del corpo, ma è meno probabile che rappresentino la radice del problema. Per un’efficace soluzione del problema deve essere effettuata una visita odontoiatrica, completa anche di radiografie endorali e ortopantomografia, al fine di evidenziare eventuali cause infiammatorie quali gengiviti o essudato (pus) che fuoriesce dalla mucosa in caso di sofferenza apicale data da eventuali granulomi. Nel suo caso specifico, l'aumento della salivazione che fisiologicamente avviene in corrispondenza dei pasti potrebbe amplificare l'odore non gradevole dell'eventuale essudato. Una volta eseguite le terapie necessarie al ripristino della completa salute orale, possono essere sufficienti adeguate misure di igiene, che dovrebbe comprendere l’uso regolare di spazzolino, filo interdentale/scovolino e di un puliscilingua per rimuovere la patina batterica che si deposita sulla lingua e responsabile dell’alitosi.


Ha risposto Pedone Maurizio

Pedone

Maurizio Pedone

Odontoiatra

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1985 con 110 e lode presso l’Università degli Studi di Firenze, consegue poi la specializzazione in Odontostomatologia e protesi dentale nel 1992 presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti. Dal 1985 al 1999 è Ufficiale Medico presso l'Aeronautica Militare.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su