Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Agnocasto per la sindrome premestruale"

Consigliata dal farmacista ho assunto per circa un mese delle capsule di agnocasto per la sindrome premestruale. Dopo le mestruazioni, per una settimana ho continue perdite di sangue non più grani di 2 cm, a volte anche meno o quasi nulle. Ho sospeso l'agnocasto e sono in attesa di visita ginecologica, ma sono preoccupata, può essere quella la causa?

L'agnocasto è piuttosto efficace contro la sindrome premestruale in quanto regolarizza la funzionalità endocrina del sistema riproduttivo femminile e inoltre perché è dotato anche di azione antinfiammatoria. Non credo che il suo problema sia legato all'uso dell'agnocasto, ma piuttosto a una disregolazione ormonale oppure alla presenza di microfibromi uterini. Fa quindi molto bene a sottoporsi alla visita ginecologica e, nel frattempo, prenda l'agnocasto per motovi prudenziali.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su