Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pillola e antibiotici, che fare"

Buona sera, sono una ragazza di 22 anni e ho un piccolo dubbio: io prendo la pillola da circa 3 anni e due giorni fa ho iniziato il nuovo pacchetto della pillola e ieri sera ho fatto l'amore con il mio ragazzo, ma non abbiamo avuto un rapporto completo. Stamattina non sono stata bene con il dente del giudizio e il mio dottore mi ha prescritto lo zimox che ho preso stasera intorno alle 9 e mezza. Io la pillola la prendo alle 11 di mattina e ovviamente anche stamattina l'ho presa, solo che, visto che l'antibiotico riduce l'effetto della pillola, io rischio qualche cosa anche se l'abbiamo "fatto" stanotte? E poi, devo usare il preservativo x tutto qst mese o solo x questi 5 giorni??

I farmaci che possono interagire negativamente con l’efficacia della pillola sono rappresentati da antiepilettici, antibiotici (in particolare rifampicina), antivirali (in particolare alcuni utilizzati nella terapia dell’AIDS), taluni antifungini (fluconazolo), cui va aggiunto l’iperico. Purtroppo la risposta a queste inteferenze e’ molto variabile da persona a persona, e citazioni su gravidanze in seguito alla assunzione di ampicilline, quale e’ quella citata in questa domanda, sono quasi leggende metropolitane. In ogni caso meglio aggiungere una precauzione ( ad esempio un preservativo per tutto il periodo di assunzione dell’antibiotico e qualche giorno successivo), piuttosto che andare incontro a problemi, pur molto rari, quando questo problema si chiamasse “gravidanza non desiderata”. Vi sono anche alcuni farmaci che possono aumentare la concentrazione ematica degli ormoni contenuti nella pillola. In questi casi ovviamente l’utilizzatrice non ha nulla da temere.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su