RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Frutti di mare in gravidanza"

Si possono consumare frutti di mare in gravidanza?

I frutti di mare sono ricchi di acidi grassi omega 3, molto utili all'organismo del feto in evoluzione in particolare per il suo sistema nervoso. Gli'omega 3 sono molto utile anche alla madre. Il problema vero è che i nostri mari sono molto inquinati e i frutti di mare possono perciò essere fonti di infezioni come per esempio quelle da salmonella o epatite. Ne consegue che in gravidanza è meglio evitarli soprattutto se crudi.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su