Pubblicità

Flusso mestruale abbondante

Disturbo molto comune, specie durante la pubertà e negli anni che precedono la menopausa, può avere molte cause. Ecco le terapie disponibili.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Flusso mestruale abbondante terapie rimedi

Che cos’è

Il flusso mestruale non è uguale per tutte le donne; c’è chi lo ha più abbondante e chi meno senza che questo comporti una vera e propria patologia.

Il flusso abbondante è, peraltro, molto comune, specie negli anni che precedono la menopausa o durante la pubertà, ma non mancano di soffrirne anche donne nel pieno dell’età fertile.

Esistono alcuni indicatori che permettono al medico e al ginecologo di distinguere quando un flusso è soltanto più abbondante di un altro e quando invece può essere considerato un disturbo vero e proprio. In quest’ultimo caso si parla di “sanguinamenti uterini anomali” o “menometrorragia”.

Tali indicatori prendono in considerazione alcuni parametri quali il consumo di assorbenti (per esempio necessità di più di un assorbente all’ora) o la durata della perdita ematica mestruale, quantità e dimensione dei coaguli di sangue nel flusso mestruale.

Cause

Le cause possono essere diverse. Il disturbo può avere origine a livello dell’utero, oppure da disfunzioni ormonali o del sistema della coagulazione, ma anche patologie come diabete o malattie cardiovascolari.

Tra le patolgie uterine che possono causare sanguinamenti anomali ci sono le malformazioni, un endometrio spesso, la presenza di polipi o di fibromi, l’endometrite cronica (dovuta in genere a infezioni da Chlamydia).

Tra i difetti ormonali una iperproduzione di estrogeni non controbilanciata da quella del progesterone, situazione che si correla con l’assenza di ovulazione.

lo sapevi che la dieta svolge un ruolo centrale nella regolarità del ciclo? Leggi questo articolo.

Pubblicità

Sintomi

Le mestruazioni abbondanti o prolungate possono abbassare le riserve ematiche dell’organismo.

Questo causa anemia e induce una serie di sintomi quali stanchezza, scarsa concentrazione, mal di testa, irritabilità e insonnia.

Diagnosi

La diagnosi viene fatta attraverso una visita ginecologica, esami del sangue, dosaggi ormonali ed ecografia transvaginale.

In questo modo possono essere identificate patologie sottostanti, deficit ormonali e la presenza di anomalie all’interno dell’utero.

Il dosaggio del progesterone indicherà o meno l’assenza di ovulazione, che rappresenta la disfunzione più frequente.

Terapia

In prima linea si deve optare per la terapia farmacologica, lasciando la chirurgia (isterectomia) ai casi nei quali la terapia medica non abbia efficacia e nelle donne che non abbiano in programma una gravidanza futura.

Come terapia può essere prescritta dal ginecologo una pillola estro-progestinica a base di estradiolo valerato e dienogest, l’unica che riporta l’indicazione per questo disturbo riconosciuta dall’ente regolatorio europeo (EMA).

Esiste anche un dispositivo intrauterino medicato (una spirale) che rilascia solo progestinico e solo a livello locale, impedendo la proliferazione dell’endometrio senza interferire con l’attività delle ovaie.

Se le mestruazioni non sono poi così abbondanti, può essere sufficiente una dieta il più possibile ricca di ferro.

Per contrastare l’anemizzazione dovuta ai flussi abbondanti è poi sempre indicato assumere integratori di ferro per mantenere le riserve a livello ottimale, vitamina C e capillaroprotettori per aiutare la microcircolazione dell’utero.

Infine, i Fans, oltre a inibire il dolore bloccando la sintesi di prostaglandine implicate nelle modificazioni vascolari ed endometriali che avvengono durante la mestruazione possono avere un effetto positivo anche riducendo la perdita ematica.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Due mestruazioni in un mese, significato Dolori mestruali: cause e rimedi

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Arisi1 Emilio Arisi
Ginecologo

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

VIDEO

Che cosa posso fare per normalizzare il ciclo mestruale?

Ciclo mestruale irregolare

Cicli mestruali irregolari: ecco i rimedi consigliati dal farmacista per mantenerne la regolarità.

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PATOLOGIE A/Z
Torna su