SapereSalute.it - Star bene in un click

 
Pubblicità

RISPOSTE DELL'ESPERTO

Candida sul pene

Candida sulla cute del pene

Volevo sapere se i sintomi della candida nell'uomo, arrossamento, bruciore e desquamazione della pelle, posso verificarsi sulla pelle dell'asta e non sul glande. Sto applicando da tre giorni una pomata prescritta dal medico e la situazione è migliorata parecchio, ma il dubbio mi è venuto perché in alcuni articoli ho letto che i sintomi si manifestano a livello del glande.

L’infezione da Candida può interessare diversi ambiti cutanei, compreso la cute del pene e le pieghe inguinali. La terapia deve essere continuata per 10-15 giorni, anche se i sintomi regrediscono prima. Sarebbe inoltre opportuno un controllo del partner.

Candida ricorrente sul glande

Sono un ragazzo di 27 anni. Circa un anno fa e anche due mesi fa ho avuto la candida, curata tutte e due le volte con clotrimazolo e pillole orali. L'ultima cura l'ho terminata il 30 aprile, ma oggi vedo il ripresentarsi dei puntini rossi sul glande. Specifico ke ho rapporti sessuali solo con la mia ragazza e che dopo questi due episodi sto sempre usando il profilattico. Come è possibile che gia è la terza volta che si ripresenta?

Non sempre dei puntini rossi sono sintomo di candidosi. IN ogni modo questo microrganismo può localizzarsi anche a livello intestinale ed essere presente (nell’ambiente vulvo-vaginale) senza provocare disturbi. Quale che sia la terapia, è bene che entrambi i partners la eseguino, per evitare il cosiddetto effetto “ping-pong”. Debellare un’infezione di questo tipo (e non solo) definitivamente non è possibile, in quanto il germe in questione non produce un’immunizzazione duratura. È un po’ come il raffreddore, che lo si può prendere ogni inverno...

Torna su